SANT' ANTONIO ABATE - MAMOIADA

Sant' Antonio Abate - Mamoiada

05/01/2016 MAMOIADA:

Sant' Antonio Abate Mamoiada Nuoro 16 gennaio

Con la festa di Sant’Antonio Abate si da inizio al Carnevale. A Mamoiada l’evento viene sottolineato dalla prima uscita dei Mamuthones e Issohadores. Una sfilata scandita dai ritmi cadenzati e dal cupo suono dei campanacci portati a spalla dalle maschere. Suoni che conferiscono alla sfilata una suggestione ed una originalità che non si ritrovano nelle altre feste negli altri paesi della Sardegna che festeggiano Sant’Antonio Abate.

Una tre giorni, 16, 17 e 18 gennaio 2015, di festa in onore di Sant'Antonio Abate. Fulcro centrale è la Piazza della Chiesa, dove a tarda serà verrà benedetto il fuoco, ma prima, alle 16:30 viene celebrata una messa di preghiera nella adiacente Chiesa della Beata Vergine Assunta.

Mamoiada celebra l'arrivo del nuovo anno con la festa dedicata al Santo, un "rito" che si ripete ogni anno, come da tradizione, perpetuando il rito del fuoco.

Sono tre giornate, la vigilia, il giorno di Sant'Antonio, e come in molti comuni della sardegna la giornata, dopo la festa: "Sant'Antoneddu".

E' una festa, che negli anni ha assunto anche una sua dimensione "green", il fuoco viene alimentato con la potatura, anche di anni precedenti, di sugherete e roverelle. I vari fuochi, oltre quello della piazza centrale, sono disseminati in tutto il territorio di Mamoiada, quasi tutti i quartieri tengono a questo rito, che inizia nella piazza del paese, dove vengono presi dei tizzoni accessi che serviranno ad accendere i tanti falò disseminati nei quartieri di Mamoiada. E poi la processione dei fedeli. Intorno a questi fuochi i mamoiadini si ritrovano per parlare, bere un bicchiere di buon vino rosso e gustare i dolci di S.Antonio

 

Tue, 05 Jan 2016 13:10:16 GMT